Medaglia d’argento alle gare nazionali

La squadra gare al secondo posto

Si è tenuta a Caserta nella splendida cornice di Casertavecchia la XXVIII edizione della gare nazionali CRI di primo soccorso.

La squadra di Novara, dopo aver vinto le gare regionali, ha staccato il biglietto per Caserta rappresentando il Piemonte alle gare nazionali.

Numerose sono state le prove che i ragazzi hanno dovuto affrontare sfidando altre 17 squadre provenienti dalle altre regioni italiane.

La principale finalità delle gare nazionali è proseguire sulla strada della consapevolezza e della formazione su un tema, l’educazione al primo soccorso, nei confronti del quale le Società Nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa sono da sempre impegnate in prima linea. La competizione, iniziativa di valenza europea, rappresenta un momento di sano confronto e valutazione della preparazione dei Volontari della CRI in tutta Italia.

Luca

Luca

Gaia

Alessandro

Giulia

Katia

Ecco i nomi dei vice campioni d’Italia alle gare nazionali

L’obiettivo dei partecipanti è quello di garantire in ogni scenario un primo soccorso rapido ed efficace. Una giuria specializzata assegnerà un punteggio al termine di ogni prova, valutando abilità singole e di squadra, organizzazione del lavoro e prontezza. La somma dei punteggi ottenuti nelle varie operazioni determinerà la classifica finale a seguito della quale verrà decretata la squadra vincitrice.

La squadra di Novara ha ottenuto un ottimo secondo posto, cedendo il passo solo alla squadra della Lombardia.

I ragazzi sono entusiasti del risultato ottenuto frutto di duri allenamenti per affinare tecniche, approcci, manovre ed astuzie.

Un particolare ringraziamento va agli istruttori, ai preparatori che hanno allenato la squadra.

  1. Lombardia
  2. Piemonte
  3. Marche
  4. Veneto
  5. Sicilia
  6. Abruzzo
  7. Puglia
  8. Lazio
  9. Campania
  10. Trento
  11. Umbria
  12. Toscana
  13. Emilia-Romagna
  14. Liguria
  15. Calabria
  16. Bolzano
  17. Molise

OFFICIAL VIDEO

8 maggio a Novara

Alessandro: che storia!

Sono trascorsi ormai quasi 5 anni dal tragico incidente avvenuto a Galliate che ha visto coinvolto Alessandro Fornara, 50 anni, di Turbigo (MI).

Ma Alessandro oggi ci racconta un’altra storia: forza, coraggio e determinazione gli hanno permesso di ristabilirsi completamente. “E’ stata dura e molto lunga, ma l’affetto di mia moglie e di chi mi vuole bene mi ha aiutato nei momenti più difficili”.

Sono state parole commosse quelle di Alessandro:

Dopo aver superato un periodo in cui non vedevo un domani, io e mia moglie abbiamo deciso di mettere in atto un progetto per il bene comune.

Il progetto 108! Inziando appunto con la Croce Rossa.

Il mio ringraziamento va a tutti coloro che mi hanno aiutato e seguito: CRI, Vigili del Fuoco, medici, infermieri, fisioterapisti …

… e a mia moglie che mi ha sorretto, alla famiglia e agli amici.

Ale

Alessandro e la moglie Nicoletta dopo il lungo calvario affrontato insieme, la lunga degenza presso l’ospedale Maggiore della Carità di Novara, ai cui medici e infermieri Alessandro non dimentica mai di mandare un ringraziamento, la riabilitazione, e il recupero anche psicologico, non hanno mai dimenticato anche i soccorritori della Croce Rossa Italiana che insieme al 118 hanno prestato i primi soccorsi subito dopo l’incidente.

Animato da grande spirito di solidarietà e profonda gratitudine ha donato una nuova ambulanza alla CRI di Novara.

L’inaugurazione dell’ambulanza donata da Alessandro e dalla moglie, è stata introdotta dal Presidente CRI Paolo Pellizzari; erano presenti il Presidente del Consiglio Comunale Edoardo Brustia – che ha portato i saluti del Sindaco Alessandro Canelli – e di tutta la’Amministrazione Comunale, del direttore S.C.D.O. Emergenza Sanitaria 118 dott. Roberto Gioachin che ha sottolineato la fattiva collaborazione con Croce Rossa e l’importanza delle donazioni a sostegno del lavoro che viene svolto da tutti i medici e infermieri insieme ai Volontari sul territorio, e del vicario episcopale don Brunello Floriani che ha impartito la benedizione.

Una volta ristabilito, Alessandro, ha anche intrapreso il percorso per diventare Volontario della Croce Rossa Italiana: ha già superato il corso di accesso e sta frequentando i corsi per diventare soccorritore.

Facebook
Twitter

Festa della Croce Rossa: il Comune di Novara partecipa

Anche il Comune di Novara festeggia la Croce Rossa

Questa mattina il Presidente del Comitato di Novara della Croce Rossa ha consegnato nelle mani del Sindaco di Novara – Alessandro Canelli – la bandiera con l’Emblema della Croce Rossa.

E’ un’iniziativa nazionale in occasione della giornata della Croce Rossa che ricorre l’8 maggio, data di nascita del fondatore della Croce Rossa, Henry Dunant.

Su invito del Presidente Nazionale CRI, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), i Comuni Italiani esporranno la bandiera della Croce Rossa dal Municipio della città partecipando così alla Giornata Mondiale della Croce Rossa.

Carissimi,

come noto, l’8 maggio ricorre la Giornata Mondiale della Croce Rossa.

In questa data, scelta in quanto anniversario della nascita di Henri Dunant, fondatore del Movimento, tutto il mondo festeggia l’opera svolta dalla Croce Rossa, cercando di avvicinare la cittadinanza alla conoscenza delle molteplici iniziative rivolte verso i vulnerabili

Questa ricorrenza si inserisce al termine di un lungo periodo di straordinario impegno e fatica che ci ha visti in campo già dai primi momenti dell’emergenza sanitaria e che ci ha messi a dura prova anche con il sisma turco siriano e il conflitto in Ucraina. Situazioni che si sono sovrapposte e mescolate con l’operato quotidiano di ogni volontario e volontaria al servizio della propria comunità con l’unico obiettivo di alleviare la sofferenza umana.

I Comitati della Croce Rossa Italiana sono stati invitati – come accaduto nel corso degli ultimi anni – a consegnare alle amministrazioni locali una bandiera della Croce Rossa con la preghiera che la stessa sia esposta fuori dai palazzi comunali dall’8 al 14 maggio 2023.

Si tratta di un segno tangibile che sottolinea non solo la potenza umanitaria dell’Emblema di Croce Rossa, simbolo principe di umanità e neutralità, ma anche l’importanza del ruolo ausiliario che la CRI ha rispetto ai pubblici poteri. Altresi, i Comuni sono invitati ad illuminare di rosso un monumento del proprio territorio nella sera tra l’8 e il 9 maggio 2023.

L’auspicio è dunque che tutti i Comitati CRI e le amministrazioni comunali rispondano favorevolmente, mettendo al centro il legame indissolubile che vede sempre più spesso la Croce Rossa Italiana e i Comuni uniti nelle attività di vicinanza ai più vulnerabili.

Emergenza incendio a San Pietro Mosezzo (NO)

I Volontari CRI in supporto dei VVFF e della popolazione

San Pietro Mosezzo, Novara – mercoledì 29 marzo 2023

Attorno alle ore 8 di questa mattina è scoppiato un grosso incendio che ha visto coinvolto l’azienda chimica Kemi srl presso la zona industriale di San Pietro Mosezzo, vicino a Novara.

Il settore emergenza della Cri si è immediatamente allertato in supporto al 118 e ai Vigili del Fuoco intervenuti per controllare l’incendio.

Numerosi Volontari CRI si sono resi disponibili a turnare durante tutta la giornata e rimanere presenti sul posto per dare supporto alla popolazione.

Rilevazioni ARPA: “Sono state effettuate misure, sempre con misuratori portatili dedicati ai campionamenti in emergenze a Oleggio, San Pietro Mosezzo vicino alla tangenziale e nell’immediato intorno della ditta.  Tutte le misure non hanno evidenziato criticità.

L’incendio è completamente spento e l’emergenza è conclusa. Nei prossimi giorni seguiranno i controlli post incendio da parte di Arpa Piemonte”

Infermiere Volontarie: ricorrono oggi 115 anni di fondazione del corpo

Lettera dell'Ispettrice Nazionale a tutte le Sorelle

Carissime Sorelle tutte,
Vi scrivo questo gioioso messaggio per porgere a ciascuna di Voi, nella giornata di oggi 9 febbraio, il mio augurio più sincero per la ricorrenza dei centoquindici anni dalla fondazione del nostro meraviglioso Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana.


In questa occasione desidero ricordare, con profondo rispetto ed orgoglio, S.A.R. Elena d’Aosta che per prima si assunse l’onere e l’onore di guidarci e che idealmente rappresenta la Prima di noi Sorelle ad essersi prodigata concretamente e amorevolmente verso i più vulnerabili. Il ricordo della Sua elegante figura guida ogni nostro passo da più di un secolo, durante il quale abbiamo camminato a fianco delle Istituzioni, attraverso pagine di Storia indelebili.


Noi Infermiere Volontarie da 115 anni ci poniamo al servizio di coloro che soffrono, offrendo loro il conforto ed il supporto necessario: nella quotidianità ancor prima che dentro e fuori dai campi di battaglia, talvolta compiendo l’estremo sacrificio per salvaguardare la vita altrui. Sono forti le immagini che ciascuna di noi ha negli occhi, impresse come un marchio nella memoria collettiva, della nostra presenza nelle emergenze così come nelle attività ordinarie.

Nel corso degli anni, ci siamo sapute evolvere insieme alla società di cui siamo parte integrante, adattandoci alle nuove sfide che ci si sono poste davanti, con sempre maggiore professionalità, mantenendo una grande dignità e passione. Siamo riuscite a guadagnare il giusto riconoscimento accanto alle Forze Armate facendoci strada, giorno dopo giorno, grazie al sorriso e l’esperienza di uni oggi siamo fiere custodi.


Desidero ringraziare idealmente ogni Infermiera Volontaria che, dal 1908 ad oggi, ha contribuito a formare quel “solco” che abbiamo la fortuna di seguire e, a nostra volta, di tracciare per le future generazioni di Sorelle.


Il futuro delle Crocerossine è ricco di possibilità, che dovremo essere pronte a cogliere con entusiasmo e competenza, abbracciando i Principi della Croce Rossa e dell’Etica del Corpo, e facendo spazio nel proprio essere al sentimento di accoglienza ed altruismo. Come sapete, il nostro motto “Ama, Conforta, Lavora, Salva” racchinde l’essenza del nostro Volontariato ed è per questo, care Sorelle, che Vi abbraccio idealmente tutte.

crinovara @ San Gaudenzio 2023

Festa Patronale di San Gaudenzio a Novara - 2023

Presenti sul territorio significa partecipare attivamente alle iniziative locali. Anche quest’anno la partecipatissima festa patronale di San Gaudenzio 2023 ha visto la presenza di numerosi Volontari della Croce Rossa di Novara insieme al Corpo Militare Volontario e alla Infermiere Volontarie CRI.

Guidati dal Presidente i Volontari presenti hanno ben rappresentato il Comitato CRI nella tradizionale sfilata per le vie del centro storico che si è conclusa in Basilica all’ombra della Cupola di Novara.

I Volontari CRI hanno inoltre garantito l’assistenza sanitaria alla manifestazione.

Sicurezza Stradale dai 3 ai 6 anni

Sicurezza stradale per i bimbi

E’ stata un successo l’attività che i Giovani del Comitato di Novara della Croce Rossa hanno proposto ai bimbi della scuola materna “Regina Pacis” di Sant’Agabio a Novara.

Tra la scuola e la Croce Rossa è nata una vera e propria collaborazione che prevede 3 giornate di attività nei confronti dei più piccoli. Già qualche mese fa i giovani Volontari CRI si sono impegnati a spiegare le regole dell’igiene e della corretta alimentazione ai bimbi; ieri invece, 8 Volontari CRI hanno proposto piccole attività – sotto forma di gioco – per spiegare l’importanza della sicurezza stradale.

“Erano molto attenti i bambini,” – spiega la responsabile del gruppo giovani CRI di Novara – “mentre facevamo vedere loro alcuni semplici cartelli stradali, poi abbiamo parlato loro dell’importanza della sicurezza stradale mentre si guida una bicicletta o un monopattino, ed infine abbiamo organizzato un percorso che i bimbi dovevano percorrere rispettando la segnaletica e i cartelli stradali imparati. Gia alla seconda volta erano diventati bravissimi!

I Giovani Volontari CRI per la prima volta si sono trovati a proporre una l’attività di sicurezza stradale, coordinati dai Formatori Nazionali CRI, sono rimasti molto contenti della giornata e si sono detti stupiti dell’attenzione prestata anche dai bambini con meno di 6 anni. E’ stata per tutti una giornata arricchente. 

Il prossimo ed ultimo appuntamento i Giovani CRI proporranno ai loro amici giovanissimi “l’Ambulanza dei pupazzi”.

Contatti

Per contattare il gruppo giovani di Novara della Croce Rossa scrivere a novara.giovani@piemonte.cri.it

Centro vaccinale sala BORSA a Novara

Vaccinazioni anti Covid-19 a Novara

La collaborazione sul territorio

Il Comitato di Novara della Croce Rossa Italiana in collaborazione con il Comune di Novara, la Regione Piemonte, l’Università del Piemonte Orientale e la Fondazione Novarese del territorio, sta collaborando per rendere operativo da giovedì 3 giugno 2021 il centro vaccinale a Novara.

 

Operatività

La Croce Rossa affianca l’ASL di Novara nella gestione del centro. I Volontari CRI si occuperanno della parte logistica e di accoglienza, mentre i medici di Croce Rossa e i medici ASL si occuperanno di somministrare le vaccinazioni

 

Dove si trova

Il centro vaccinale è allestito presso la “Sala Borsa” in piazza Martiri della Libertà a Novara.

 

Ricerchiamo

La Croce Rossa è alla ricerca di Medici e Infermieri VOLONTARI per incrementare le linee vaccinali.

Per info e disponibilità contattare il numero 3756822589 

Centro vaccinale “IPAZIA”

IL CENTRO VACCINALE A S.AGABIO

attention-307030_960_720846628019

ATTENZIONE:

DAL 3 GIUGNO 2021 il centro vaccinale sarà spostato presso la Sala Borsa in piazza Martiri della Libertà a Novara

La collaborazione sul territorio

Il Comitato di Novara della Croce Rossa Italiana in collaborazione con il Comune di Novara, la Regione Piemonte, l’Università del Piemonte Orientale e la Fondazione Novarese del territorio, sta collaborando per rendere operativo da giovedì 15 aprile 2021.

 

Operatività

La Croce Rossa affianca l’ASL di Novara nelle per la creazione di questo centro. I Volontari CRI si occuperanno della parte logistica e di accoglienza, mentre i medici di Croce Rossa e i medici ASL si occuperanno di somministrare le vaccinazioni

 

Dove si trova

Il centro vaccinale è allestito presso il centro universitario per le ricerche “Ipazia” in Corso Trieste 15, angolo via Bovio a Novara.

 

Ricerchiamo

La Croce Rossa è alla ricerca di Medici e Infermieri VOLONTARI per incrementare le linee vaccinali.

Per info e disponibilità contattare il numero 3756822589 

continua l’impegno di Croce Rossa al centro IPAZIA di Novara

video credits “La Stampa”

Buon lavoro alla nuova Ispettrice delle Infermiere Volontarie

Novara, 22 maggio 2021

Importante giornata di Croce Rossa presso il Comitato di Novara della Croce Rossa. Oggi è avvenuto il cambio al vertice per il corpo delle Infermiere Volontarie. Sorella Flaviana Varisco dopo numerosi anni di coordinamento del gruppo come Ispettrice ha lasciato il posto a Sorella Laura Mattarino.

Il Presidente Paolo Pellizzari che ha ringraziato calorosamente sorella Varisco per l’impeccabile compito portato avanti e la fattiva collaborazione in questi anni e ha dato il benvenuto a Sorella Mattarino, ringraziandola per aver accettato il delicato incarico e augurandole buon lavoro.

La cerimonia solenne è stata impreziosita dalla presenza dell’Ispettrice Regionale della Infermiere Volontarie del Piemonte Sorella Marinone e la sua vice ispettrice Sorella Montiglio; entrambe hanno avuto parole di apprezzamento per il gruppo di Novara delle crocerossine, ed ha esortato a continuare le attività sul territorio nei confronti delle persone più vulnerabili.

Sorella Varisco ha salutato con affetto e commozione tutte le sorelle presenti, senza dimenticare coloro che non hanno potuto esserci, sorella Mattarino, visibilmente emozionata, ha ringraziato tutti e si è detta onorata dell’incarico che le è stato affidato.

Di seguito sono riportati alcuni passaggi dei loro discorsi (scaricabili sotto per intero

Sorelle, una parola dolce che di per sé ispira già sentimenti come amore, amicizia, solidarietà, complicità, collaborazione. Sono questi i sentimenti che in questi anni di volontariato ho visto nascere e crescere insieme a voi. Oggi è una giornata importante per me e per tutte le crocerossine di Novara: avrei voluto avervi tutte qua. […]

E’ per merito vostro che io ho potuto essere e sono quella che sono ora: una sorella che ha sempre operato con grande passione, quella che voi mi avete trasmesso. Le “mie” ex vice ispettrici Ida, Francesca e Laura, insieme abbiamo lavorato con entusiasmo e determinazione […]

Le altre collaboratrici, preziose ed indispensabili che con la loro professionalità e preparazione hanno fatto in modo che questo ispettorato riuscisse a portare a termine tanti incarichi e tanti progetti […]

mi rivolgo alla presente Ispettrice Regionale sorella Maria Rita Marinone ed a sorella Montiglio vice Ispettrice Regionale, a cui rivolgo i miei apprezzamenti e la mia stima, […]

La mia commozione aumenta ora che devo salutare il “mio” carissimo Presidente Paolo Pellizzari con cui ho ed abbiamo collaborato in questi anni con un rapporto di stima, di scambio di opinioni produttivi e di amicizia. […]

Cara sorella Mattarino passo ufficialmente il testimone. Se da una parte ho la tristezza che stia finendo un periodo importante della mia vita, dall’altra ho la certezza che ne comincerà un altro altrettanto significativo. E per la Croce Rossa, cara sorella Mattarino, tu dovrai essere esempio di lealtà, di professionalità ed un punto di riferimento importante. Questo ti auguro. Agisci col cuore, oltre che con l’intelligenza e le capacità che non ti mancano, e noi crocerossine ti seguiremo e ti sosterremo. […]

il filo conduttore di questa mia nomina è la fiducia. La fiducia che tutti voi qui presenti avete riposto in me.

 

George Mac Donald disse che “ricevere fiducia è una conquista più grande dell’essere amati” e quindi il mio impegno morale verso tutti voi è davvero importante.

RINGRAZIO Sorella Marinone per il suo modo di porsi sempre autorevole e mai autoritaria, per i suoi consigli

RINGRAZIO il Presidente Pellizzari sempre presente e disponibile, dai confronti che abbiamo avuto, ne sono sempre uscita più ricca sia a livello pratico ma soprattutto a livello morale. La sua fiducia sarà la prima da non tradire.

RINGRAZIO Sorella Varisco, che dire…da lei ho imparato tutto, grazie a lei ho ritrovato l’entusiasmo per le Sorelle e per la Croce Rossa

RINGRAZIO voi Sorelle presenti ognuna di voi è stata e sarà fondamentale in questo mio nuovo incarico…mi auguro che il vostro supporto ed i vostri consigli non vengano mai a mancare

RINGRAZIO Sorella Montiglio per i suoi consigli…giusti al momento giusto…per avermi insegnato tanto di comunicazione ma tanto anche a livello di vita…

RINGRAZIO Sorella Sponghini, ma mia Ispettrice per esserci sempre con la sua saggezza…

RINGRAZIO infine la mia famiglia, mio padre ed i miei figli che mi hanno permesso di realizzare il sogno di rientrare in Croce Rossa: questa nomina è anche loro…